Il video-omaggio alle partigiane ideato e prodotto dal Coordinamento donne ANPI.

Il 25 aprile di ogni anno si celebra la festa della Liberazione dell’Italia dai nazifascisti ed è di fondamentale importanza continuare a ricordare e celebrare questa data per non dimenticare tutti i mali, i soprusi, le discriminazioni, e le violenze che le dittature fasciste e naziste hanno compiuto e compiono tuttora, anche se in forme diverse!

In questa data è necessario ricordare e ringraziare tutte quelle donne e quegli uomini che hanno fatto parte della Resistenza combattendo e morendo, chi tra i monti e chi nelle città, per permettere a noi oggi di essere liberi/e!

Molte di queste persone erano ragazzi e ragazze che non avevano mai conosciuto la libertà , ma che decisero di combattere contro la dittatura fascista per distruggere quelle idee discriminatorie e razziste che questa professava.

Se ne parla sempre poco, ma la figura della donna è stata fondamentale durante la Resistenza partigiana: alcune hanno imbracciato le armi, altre facevano le staffette partigiane e azioni di solidarietà per le famiglie delle vittime del regime e altre ancora facevano azioni di propaganda politica e sabotaggio contro il fascismo!

Furono molte le donne partigiane che vennero torturate, uccise e deportate, in campi di concentramento e di sterminio ed è giusto ricordarle al pari degli uomini perché così erano e sono!

Quelle donne combatterono sia per la libertà che per la loro emancipazione, infatti l’ideale di donna nel fascismo – come ben sappiamo – era quello di una persona che badasse ai bambini, al marito e alla casa senza la benché minima libertà e autonomia.

La lotta partigiana deve ricordarci che le conquiste, i diritti, e la libertà non sono per sempre e che bisogna continuare a lottare affinché questi non ci vengano sottratti!

Il fascismo non è sparito in seguito alla Liberazione, ma è ancora presente!

Per la libertà che hanno conquistato e per continuare a difenderla è fondamentale dichiararsi antifascista/e!

Articoli consigliati